FESTA DELL’UNITÀ, C’È LO STAND ARCIGAY. PACE FATTA COL PD?

Ci sarà anche lo stand di Arcigay alla festa dell’Unità di Bologna. Pace fatta col PD dopo la burrascosa assemblea dove Bindi rifiutò la discussione sui matrimoni gay? Non proprio.
 
Ci sarà anche l’Arcigay “Il Cassero” alla festa dell’Unità di Bologna malgrado la presenza dell’associazione alla kermesse “sia stata in bilico fino all’ultimo momento”, fanno sapere in una nota dall’associazione. Benché “il documento elaborato dalla commissione diretta da Rosy Bindi e il dibattito che ne è seguito non possono non determinare una ferma presa di distanza da parte di tutta la comunità lgbt, alla fine abbiamo deciso di esserci per lanciare da Bologna un messaggio forte e inequivocabile alla dirigenza nazionale del Partito Democratico”.

Quale modello per le coppie gay? – “Pierluigi Bersani – scrivono gli attivisti del Cassero – ha garantito poche settimane fa che il tema del 

riconoscimento delle coppie omosessuali sarà incluso nel programma del Partito Democratico in vista delle prossime politiche. Ha parlato, in particolare, dell’intenzione di importare in Italia il ‘modello tedesco’, senza fornire tuttavia ulteriori chiarimenti e trincerandosi perciò dietro una fastidiosa ambiguità” di una normativa corretta dalla Suprema Corte germanica sul tema dell’adozione. “Qual è allora per Bersani il modello tedesco? – chiede l’Arcigay bolognese -: se l’intenzione di Bersani fosse quella di riferirsi al testo approvato dal Parlamento tedesco allora significherebbe che il Partito Democratico starebbe tentando consapevolmente di introdurre in Italia una legge evidentemente discriminatoria: questo, per noi, sarebbe inaccettabile”.

Lo stand – Da domani alla Festa dell’Unità bolognese aprirà i battenti lo stand dell’associazione caratterizzato da un’installazione infografica dal titolo Risocoivermi. L’installazione mette in mostra due cronistorie, la prima incentrata sul dibattito italiano sulle unioni tra persone dello stesso sesso, mentre la seconda ripercorre le stesse date – e lo stesso tema – nei Paesi europei ed extraeuropei. Completa l’installazione una tavolo nuziale con una teca piena di riso e vermi: il riso e’ il simbolo del matrimonio – spiegano dal Cassero – e se si lascia il riso troppo tempo in dispensa si rischia di ritrovarlo pieno di vermi. “Invitiamo caldamente” Rosy Bindi “a visitare il nostro stand”, conclude la nota.