“Acciaio” di Silvia Avallone

anno 2010

Attraverso gli occhi di due ragazzine Anna e Francesca che diventano grandi, la scrittrice ci racconta un Italia in cerca di identità e di voce; apre uno squarcio su un inedita periferia operaia nel tempo in cui si dice, la calsse operaia non esiste più. E lo fa con un romanzo potente, che sorprende e non si dimentica.